VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL BEL PAESE
Perdersi tra le bellezze d’Italia, senza perdersi il meglio.
Gli Speciali DI CIBò. SO GOOD!

Gli imperdibili di Grizzana Morandi

Mettere d’accordo tutti non è mai facile, ma a Grizzana Morandi, tra arte e storia, natura e sport, nessuno rimarrà deluso!

gli imperdibili di grizzana
Foto credit: Associazione Sculca

1. Scoprire storia e arte a Grizzana Morandi

Grizzana Morandi è una delle porte d’accesso al Parco di Monte Sole, oggi oasi naturalistica di grande interesse ma un tempo scenario dell’eccidio nazista durante la Seconda Guerra Mondiale. I 6.300 ettari su cui si estende il parco sono ricchi di itinerari percorribili sia a piedi che in mountain bike o e-bike. Tra i percorsi più interessanti c’è quello dedicato al pittore Giorgio Morandi, figura emblematica di Grizzana. Oltre ad una ricca biodiversità, il Parco custodisce al suo interno il sito etrusco di Misa di cui sono ancora visibili i resti.

 

2. Un salto nel Medioevo

la scola
Foto credit: Appennino cities

Passeggiare tra i vicoli del borgo La Scola, piccolo gioiello realizzato interamente dai Maestri Comacini, sarà come fare un viaggio nel tempo.

Caratterizzato dalle tipiche case-torri, il borgo nacque con lo scopo strategico di proteggere il non lontano Santuario di Montovolo e oggi conserva ancora intatto il suo aspetto originario.

Ogni anno, durante il periodo natalizio, le strade del borgo vengono adornate con le statue tipiche del presepe. Un evento davvero imperdibile!

 

3. Una pedalata tra i boschi dell’Appennino

Per chi ha buon fisico e anche tanta voglia di pedalare (esclusivamente in MTB), Grizzana Morandi è una delle tappe attraversate dalla Via degli Etruschi.

Il percorso medio difficile, lungo 130 km, si snoda tra Marzabotto, Grizzana Morandi, la suggestiva cornice del Lago Brasimone passando poi per l’Altopiano di Calvana fino a Prato.

Boschi e strade sterrate saranno i vostri compagni di viaggio in questa tre giorni all’insegna dell’adrenalina.

 

4. l’Itinerario degli abbeveratoi e dei lavatoi di Campolo

Suddiviso in quattro tratti, dalla Carbona a Campolo, da Ponte di Verzuno a La Scola, da Ponte di Verzuno a Montovolo ed infine da Camugnano a Vigo, questo percorso celebra uno dei beni primari del nostro pianeta oltre che motore di numerose attività caratteristiche della vita in Appennino.

 

5. Una visita alle botteghe dei Maestri Scalpellini

Tra i mestieri storici che caratterizzano questa zona dell’Appennino rientra senz’altro la lavorazione della pietra. A Montovolo, poco distante da Grizzana, esistono ancora maestri scalpellini, che con i loro strumenti plasmano la pietra, realizzando delle vere e proprie opere d’arte.