VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL BEL PAESE
Perdersi tra le bellezze d’Italia, senza perdersi il meglio.
aziende del territorio

I sostenitori del concorso “Vera Pinza Bolognese”

Tra gli sponsor anche la storica azienda Cavazza, produttrice della Vera Mostarda Bolognese, nonché ideatrice dell'iniziativa assieme a Cibò. So Good!

Storica azienda a conduzione familiare, la Premiata Ditta Cavazza 1898 è specializzata nella produzione di una straordinaria varietà di confetture extra, conserve di frutta e verdura di alta qualità, mostarde senapate, tutte prodotte seguendo le ricette originali in un laboratorio tecnologicamente all’avanguardia, dotato dei più moderni sistemi di controllo. Fondata nel 1898 a Vignola, cittadina nota per la sua estesa coltivazione di ciliegie, da 125 anni l’azienda crea prodotti che rispecchiano l’autenticità e la ricchezza del territorio, e l’impegno della famiglia nel mantenere vive le tradizioni locali. Su tutte, quella della Vera Mostarda Bolognese, fiore all’occhiello della Premiata Ditta Cavazza 1898, realizzata secondo l’antica ricetta di Alfredo Cavazza con mele e pere cotogne, arancia e zucchero, cotte a fuoco diretto per oltre 12 ore, proprio come una volta. Perfetto connubio tra dolce e “brusco”, come si dice a Bologna, la Vera Mostarda Bolognese di Cavazza 1898 è l’espressione autentica della tradizione, un gioiello gastronomico incastonato nella storia e proiettato verso il futuro di Bologna, indispensabile nella preparazione della pinza e delle raviole della tradizione felsinea. Nel 2018 la Vera Mostarda Bolognese è stata premiata a Bruxelles da ITQI, una giuria di esperti internazionali; un riconoscimento arrivato dopo 120 anni che valorizza ancora di più il prodotto, la sua storia e la sua originalità.
Cavazza 1898 srl – Via dell’Agricoltura, 251 – 41058 Vignola (MO)

 

Da quasi 50 anni, il Caseificio Valsamoggia rappresenta un’istituzione nel mondo della produzione di formaggi di alta qualità, rispettando le antiche tradizioni e abbracciando le innovazioni contemporanee. Situato nel cuore della Valsamoggia, locus amenus alle porte di Bologna, in cui il tempo sembra rallentare per permettere ai formaggi di maturare al ritmo della natura e sviluppare così i loro sapori complessi e distintivi, il Caseificio Valsamoggia è un simbolo della cultura locale, capace di raccontare una passione dalle mille forme. Attingendo alle antiche ricette del territorio, dal 1974 la famiglia Manzini crea formaggi di pregio, soprattutto freschi, e si dedica alla stagionatura del Parmigiano Reggiano, oltre alla vendita di salumi, formaggi e pasta fresca. Tra i fiori all’occhiello dell’azienda, lo Squacquerone, il Raviggiolo, il “Pecorino di una volta”, maturato in assi di legno e massaggiato in crosta con olio di semi di girasole, e ancora il Mascarpone Artigianale Valsamoggia, prodotto ancora con l’uso di teli. Un universo di storie che raccontano il terroir, perché in ogni forma, ad ogni assaggio, ci sono i pascoli, i prati, le foraggere, le cantine di stagionatura, l’arte di saper attendere con pazienza.
Caseificio Valsamoggia srl, Via di Vagno Giuseppe, 1 – 40053 Valsamoggia (BO)

 

Agricoltura sostenibile, coltivazione biologica, salvaguardia della natura e valorizzazione del territorio: quattro solidi pilastri sui quali poggia Podere Casa Piana, l’azienda agricola fondata da Simone, giovane dottore agronomo, in Località Pignoletto, nel Comune di Valsamoggia (BO) e che rappresenta un ritorno alla vita rurale, lontano dalla frenesia del mondo moderno. Qui ci si dedica non solo alla produzione di vini di qualità, con un focus particolare su varietà locali come il Barbera e il Pignoletto – fermo, frizzante e rifermentato in bottiglia – ma anche di miele e alla gestione del verde, tra lavorazioni boschive, tree climbing e giardinaggio: un approccio che guarda alla natura a 360°, prendendosene cura con amore in ogni sua sfaccettatura. I vini di Podere Casa Piana sono il risultato di una combinazione di tecniche tradizionali e moderne, che rispecchiano l’amore per le proprie radici e la passione per la viticoltura. 7 ettari di terreno, di cui 3,5 destinati ai vigneti, 500 mq agli olivi, 1800 mq alle foraggere e il restante a bosco, dal 2019 vengono coltivati in modo biologico: qui nascono i vini di Podere Casa Piana, storie in bottiglie che raccontano vite in armonia con la ciclicità delle stagioni e viti trattate con immenso rispetto, da assaporare in ogni calice.
Podere Casa Piana, Via Invernata, 19 – 40050 Monteveglio (BO)

 

Scopri qui la ricetta vincitrice