Il Fumaiolo, un trionfo di sapori dell’Appennino - CibòSoGood! Magazine

VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL BEL PAESE

Perdersi tra le bellezze d’Italia, senza perdersi il meglio.
Gli Speciali DI CIBò. SO GOOD!

Il Fumaiolo, un trionfo di sapori dell’Appennino

La bottega del Fumaiolo di Bagno di Romagna recupera e propone i sapori autentici degli antichi prodotti dell'Alto Savio e dell'Appennino.

Il cuore antico di Bagno di Romagna non è cambiato tanto con il passare del tempo: edifici antichi, vicoli tortuosi, palazzi di stampo fiorentino e muri in pietra dominano l’attuale architettura di questo gioiello incastonato nella Valle dell’Alto Savio, al confine tra Toscana e Romagna.

Passeggiando per la pittoresca Via Fiorentini, non si può far a meno di notare il susseguirsi di palazzi storici perfettamente restaurati, ai quali si frappongono piccole botteghe, osterie e hotel. L’arteria principale del piccolo centro storico sfiora la Basilica di Santa Maria Assunta e, poco più avanti, cambia nome, ma non identità: via Manin conserva un’architettura molto “toscana” e stupisce con la sua vivacità. Tra bar con i tavolini all’aperto e un fiorire di negozi, una chicca della gastronomia locale conquista subito chi passeggia per la via, imponendo una sosta con un tripudio di profumi: è la bottega del Fumaiolo, lo spazio di vendita diretta dei prodotti dell’omonima azienda situata ad Alfero, ai piedi del monte Fumaiolo.

Il proprietario di questo piccolo paradiso, Alessandro Caminati, accoglie con entusiasmo gli avventori, spiegando minuziosamente la passione che anima un costante lavoro per creare prodotti che conservino tutto il sapore della tradizione. Pasta fresca, tortelli sulla lastra, sughi… Qui non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La piadina, poi, è il fiore all’occhiello del Fumaiolo, proposta in tante versioni, tutte golosissime. Da quella sottile da arrotolare, alla light, ma dal gusto inconfondibile, per approdare alla piadina con farine diverse: integrale, al farro e alla canapa. Sicuramente l’occhio cadrà sulla “cassaforte” di Alessandro, un frigorifero ripieno di meravigliose paste fresche della tradizione, su tutti i cappelletti ripieni con saporito prosciutto crudo di produzione del Fumaiolo stesso.

Accanto ai cappelletti, una sfilata di gnocchi gialli, verdi e rossi e i sovrani incontrastati della gastronomia di Bagno di Romagna: tortelli sulla lastra, qui proposti nella versione classica, ripieni di patate, ma anche alle erbe o al tartufo.

Una bottega d’altri tempi, questa, che ci ricorda quanto sia importante preservarne il valore.