VIAGGIO ALLA SCOPERTA DEL BEL PAESE

Perdersi tra le bellezze d’Italia, senza perdersi il meglio.
IL PAESE DELLE DELIZIE

Cozza di Scardovari, un mollusco DOP

Alla scoperta della cozza di Scardovari DOP, un prodotto speciale proveniente da un luogo ricco di biodiversità, dove l’acqua dolce incontra il mare.

cozza di Scardovari DOP

pescatori del polesineLa Sacca della laguna di Scardovari, nel comune di Porto Tolle, in provincia di Rovigo, è tra le poche in Italia dove si producono cozze di qualità. Il termine “sacca” designa un’insenatura con una superficie di 3.200 ettari e una profondità media di 1,5–2 metri, che rimane in comunicazione con il mare aperto attraverso una “bocca lagunare”. In questo specialissimo habitat vengono seminate, allevate, lavorate, raccolte e depurate le cozze di Scardovari, il primo mollusco in Italia a ottenere la certificazione DOP nel 2015.

Le fasi di depurazione, lavorazione e confezionamento della cozza di Scardovari DOP vengono effettuate con l’acqua dell’omonima Sacca e devono essere svolte nel territorio circostante. La raccolta è manuale e avviene quando il prodotto raggiunge la taglia minima commercializzabile di 5 cm.
Le caratteristiche qualitative, fisiche e organolettiche della Cozza di Scardovari DOP sono il risultato delle peculiarità ambientali della Sacca da cui prendono il nome, in particolare la bassa salinità delle acque. Ciò la rende unica e inimitabile: dolce e salata, frutto di mare e fiume… Un prodotto pregiato per storia e caratteristiche, eccellenza della provincia di Rovigo, assolutamente da provare fritto!

Le cozze alla polesana sono la ricetta tipica del posto: semplicemente cotte e bagnate in vino bianco, con limone e prezzemolo tritato, l’aggiunta di un po’ di cipolla bianca e, per condire, un filo di olio extravergine di oliva.

La ricetta su Cibò. So Good! Magazine.