UN EMOZIONANTE VIAGGIO FRA I SAPORI D’ITALIA

I prodotti DOP, IGP, Tipici e locali, fra storia e tradizioni del Bel Paese
FRA TRADIZIONE E CREATIVITÀ

Sugo con radicchio e luganega – Veneto

Un sugo delizioso, realizzato con ingredienti di qualità, tipici della stagione autunnale... da provare assolutamente!

La differenza fra luganega e salsiccia è territoriale e di forma. La luganega, tipica del Nord Italia, ha una forma lunga, stretta e arrotolata “a chiocciola”. Dal nome si evince che l’origine non è nordica, bensì lucana e di epoca romana; col tempo, poi, le legioni romane appresero la tecnica di produzione e la portarono nelle campagne militari a settentrione, dove si radicò. Questo sugo può essere preparato con il radicchio trevigiano, quello dalla tipica forma lanceolata, ma anche con il radicchio tondo di Chioggia, che ha una nota meno amara.

 

INGREDIENTI PER 4 PORZIONI
150 g di Luganega
150 g di radicchio rosso
60 g di formaggio Asiago
Stravecchio grattugiato
Burro
Olio EVO
Sale, pepe nero

 

PROCEDIMENTO
Sbriciolare la luganega e rosolarla in un cucchiaio di olio per 5 minuti a fuoco medio. Lavare e tagliate a striscioline il radicchio; unirlo alla salsiccia. Salare, pepare e cuocere ancora per meno di 1 minuto. Scolare la pasta direttamente nella padella della luganega, unire una noce di burro, il formaggio grattugiato e una macinata di pepe. Saltare per un minuto e servire.

Perfetto con tagliatelle, paparele, garganelli e un bicchiere di Merlot, Teroldego o Valpolicella.